white noise gallery: rebirth; santissimi

La White Noise Gallery, fresca di apertura nel nuovo spazio di via della Seggiola, ospita fino al 21 aprile Rebirth, un esaltante solo show di Sara Renzetti e Antonello Serra, ovvero i Santissimi.
Questo duo di artisti lavora e riflette sul corpo umano come veicolo di comprensione e, in qualche modo, disillusione riguardo la natura stessa dell’uomo.
L’uso del silicone, insieme ad una rigorosa tecnica di modellamento, fornisce un risultato di sorprendente iperrealismo, ma ben lontano dalla freddezza canonica di chi già in passato ha reso celebre questo stile e nel presente lo ripropone magari come mero esercizio di virtuosismo.
Già, perché qui la ricerca del realistico è totalmente sottomessa all’analisi interiore e ad un effetto di forte partecipazione emotiva.

Questi corpi sono deformati fino all’assurdità, imperfetti fino quasi all’impossibile, innestati in forme animali come nel caso di Migrants, due autoritratti degli artisti in forma di uomo-uccello, oppure ingabbiati in teche trasparenti, come nella serie Animal History | Ambra.
Ruba la scena la grande scultura Mom, che invade letteralmente lo spazio, una massa di carne senza forma, modellata solo dalla forza di gravità ed abitata dalle mosche e dal silenzio.
Un’umanità sgraziata e stanca, quella descritta in questa mostra, amputata e fragile eppure calma ed incredibilmente rasserenata, forse neanche rassegnata, ma semplicemente quieta, umile, nostalgica e malinconica magari ma per niente tragica.
Un gran bel nuovo inizio per questa galleria che dimostra, una volta ancora, di essere una delle realtà più interessanti nel panorama romano.
Mostra imperdibile.

White Noise Gallery
via della Seggiola, 9 – Roma
Rebirth
Santissimi
fino al 21 aprile

Co.Ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *