galleria varsi: livelli; 3rd edition

La serigrafia non è solo  una tecnica, è un’arte. Se volete verificare questa affermazione, andate da Varsi in questi giorni, fino al 27 maggio, a vedere la terza edizione di Livelli, appuntamento ormai tradizionale per l’attivissima galleria romana dedita ai linguaggi dell’arte urbana. Come sempre la collettiva proposta da Massimo Scrocca, che si avvale per…

Continue reading →

artequandove XII

Più di un mese di assenza da questi lidi. Il tempo si è come fermato sul pianeta Artequando. Ora siamo pronti a ripartire, con la passione e la curiosità di sempre. E’ luglio e Roma è tutta una fornace di caldo e arte contemporanea in stato di fusione. Vediamo dove trovare un po’ di aria condizionata…

Continue reading →

galleria varsi: colera; borondo, canemorto, run, servadio

Alla galleria Varsi è di scena il monotipo, una particolare tecnica di stampa che non produce multipli ma opere uniche. Si dipinge direttamente sulla matrice, concependo l’immagine al rovescio, poi la si trasferisce sulla carta attraverso  un torchio calcografico, ottenendo così una copia non riproducibile, visto che la matrice sarà inutilizzabile una seconda volta, se…

Continue reading →

galleria varsi: vertigine; sbagliato

Alla galleria Varsi c’è qualcosa di Sbagliato e ci sarà fino al 13 novembre… E’ qualcosa che ha a che fare con prospettive distorte e vuoti improvvisi, scale impossibili e percezioni alterate da spazi modellati per stupire e coinvolgere. Sbagliato è il nome del collettivo romano formato da tre architetti e designers che, fondamentalmente attraverso…

Continue reading →

galleria varsi: nox omnibus lucet; gomez

Quando il barocco, la street art e il pensiero contemporaneo si incontrano, probabilmente si salutano come vecchi amici, discutono di universalità e divinità e poi si prendono una birra. Gomez, ovvero Luis Gomez de Teran, classe 1980, venezuelano di Caracas ma ormai in aria di romanità, rappresenta proprio uno degli incroci trafficati della capitale nel…

Continue reading →

galleria varsi: the backwaters – stories from endless suburbia; fintan magee

Ogni artista scrive la propria autobiografia. Havelock Ellis (1859-1939) Il trentaduenne Fintan Magee porta sulle pareti della galleria Varsi i ricordi della sua infanzia nella periferia di Brisbane, una delle città più popolose dell’Australia che, negli anni 90, accoglieva nei suoi sobborghi un considerevole numero di persone provenienti da tutto il mondo, una vera società…

Continue reading →

artequandove X

Aprile dolce dormire… Ma si sa chi dorme non piglia pesci e infatti l’arte non dorme e a Roma è tutto un fermento. Una favola vista dagli occhi di tanti artisti fantastici. Una favola per dire: IO STO CON AMADOU! Io sto dalla parte dei minori stranieri non accompagnati. Le opere di Lus57, Omino71, Gomez, Atoche,…

Continue reading →