monterotondo: millo

Prendi una cooperativa sociale, uno spazio da ristrutturare, coinvolgi i cittadini del territorio, raccogli fondi e chiama un noto street artist per intervenire sulle facciate con un lavoro di grandi dimensioni; festeggia quindi il risultato donando alla città un’opera da ammirare, vivere e condividere. Si può fare. Lo dimostrano i ragazzi della Cooperativa Sociale Folias…

Continue reading →

artequandove XII

Più di un mese di assenza da questi lidi. Il tempo si è come fermato sul pianeta Artequando. Ora siamo pronti a ripartire, con la passione e la curiosità di sempre. E’ luglio e Roma è tutta una fornace di caldo e arte contemporanea in stato di fusione. Vediamo dove trovare un po’ di aria condizionata…

Continue reading →

selci: cenere; gonzalo borondo

Pubblica è una residenza d’arte urbana a Selci, un progetto curato da Carlo Vignapiano con la collaborazione di Elena Nicolini. Siamo stati ieri all’anteprima del nuovo lavoro di Gonzalo Borondo, risultato di due anni di ricerca e lavoro sul territorio. Veniamo accolti nei pressi di un Santuario a Torri in Sabina e poi indirizzati verso…

Continue reading →

macro: cross the streets

Roma Capitale della street art. Questa affermazione è una realtà da diversi anni, considerando la quantità e qualità degli interventi che proliferano in ogni quartiere della città, con firme di valenza non solo italica ma internazionale. Sono  molte poi le fondazioni sul territorio che si occupano di arte urbana ed organizzano esposizioni, festival, raduni, incontri,…

Continue reading →

chiostro del bramante: new york city; jean-michel basquiat

Prosegue il virtuoso percorso del Chiostro del Bramante con l’ennesima mostra di successo, sempre ben curata e pensata in ogni aspetto, dalla comunicazione all’allestimento museale Stavolta sono le opere di Jean-Michel Basquiat, quasi tutte provenienti dalla collezione privata di Yosef Mugrabi, a salire agli onori delle cronache artistiche della capitale. Come abbiamo spesso rilevato qui…

Continue reading →

galleria varsi: colera; borondo, canemorto, run, servadio

Alla galleria Varsi è di scena il monotipo, una particolare tecnica di stampa che non produce multipli ma opere uniche. Si dipinge direttamente sulla matrice, concependo l’immagine al rovescio, poi la si trasferisce sulla carta attraverso  un torchio calcografico, ottenendo così una copia non riproducibile, visto che la matrice sarà inutilizzabile una seconda volta, se…

Continue reading →

street art a lisbona

Lisbona è una delle capitali europee della street art. L’atmosfera un po’ decadente, l’eleganza impolverata ed inquieta e quella malinconia da periferia oceanica di certo aiutano, come anche un’architettura che in parte stimola le spinte grafiche e concettuali di chi di norma lavora sul tessuto urbano. Sarà per questo o per tanto altro che i vicoli…

Continue reading →