guido reni district: decades; beetroot, solo, diamond, lucamaleonte, gomez

Prendi cinque artisti romani ed invitali a rappresentare nelle loro opere dieci anni di storia del Novecento. Questa è Decades. Così Riccardo Beetroot ci porta negli anni Cinquanta, attraverso personaggi della musica, dello spettacolo ma anche della politica, mentre Solo ci proietta nei Sessanta attraverso il linguaggio che gli è più consono, quello dei fumetti. Gli…

Continue reading →

selci: cenere; gonzalo borondo

Pubblica è una residenza d’arte urbana a Selci, un progetto curato da Carlo Vignapiano con la collaborazione di Elena Nicolini. Siamo stati ieri all’anteprima del nuovo lavoro di Gonzalo Borondo, risultato di due anni di ricerca e lavoro sul territorio. Veniamo accolti nei pressi di un Santuario a Torri in Sabina e poi indirizzati verso…

Continue reading →

macro: cross the streets

Roma Capitale della street art. Questa affermazione è una realtà da diversi anni, considerando la quantità e qualità degli interventi che proliferano in ogni quartiere della città, con firme di valenza non solo italica ma internazionale. Sono  molte poi le fondazioni sul territorio che si occupano di arte urbana ed organizzano esposizioni, festival, raduni, incontri,…

Continue reading →

chiostro del bramante: new york city; jean-michel basquiat

Prosegue il virtuoso percorso del Chiostro del Bramante con l’ennesima mostra di successo, sempre ben curata e pensata in ogni aspetto, dalla comunicazione all’allestimento museale Stavolta sono le opere di Jean-Michel Basquiat, quasi tutte provenienti dalla collezione privata di Yosef Mugrabi, a salire agli onori delle cronache artistiche della capitale. Come abbiamo spesso rilevato qui…

Continue reading →

villa medici: one day i broke a mirror; yoko ono e claire tabouret

Nuovo appuntamento per il ciclo di esposizioni UNE, ideato da Muriel Mayette-Holtz e curato da Chiara Parisi all’Accademia di Francia a Villa Medici. One day I broke a mirror è una mostra che mette a confronto e in dialogo Yoko Ono e Claire Tabouret, ovvero due generazioni e due linguaggi completamente differenti ma che si rispecchiano vicendevolmente, rimandando il riflesso della propria…

Continue reading →

maxxi: per pura passione; letizia battaglia

Un nuovo capitolo della serie: “Cronache di una mostra finita”. Proprio col giorno di pasquetta, con il MAXXI in apertura straordinaria, si è infatti chiuso il percorso di Per Pura Passione, la grande monografica dedicata all’immensa fotografa Letizia Battaglia. A due giorni dalla chiusura si può fare un resoconto del successo di un’esposizione che ha accompagnato i…

Continue reading →

galleria varsi: colera; borondo, canemorto, run, servadio

Alla galleria Varsi è di scena il monotipo, una particolare tecnica di stampa che non produce multipli ma opere uniche. Si dipinge direttamente sulla matrice, concependo l’immagine al rovescio, poi la si trasferisce sulla carta attraverso  un torchio calcografico, ottenendo così una copia non riproducibile, visto che la matrice sarà inutilizzabile una seconda volta, se…

Continue reading →