galleria varsi: colera; borondo, canemorto, run, servadio

Alla galleria Varsi è di scena il monotipo, una particolare tecnica di stampa che non produce multipli ma opere uniche. Si dipinge direttamente sulla matrice, concependo l’immagine al rovescio, poi la si trasferisce sulla carta attraverso  un torchio calcografico, ottenendo così una copia non riproducibile, visto che la matrice sarà inutilizzabile una seconda volta, se…

Continue reading →

atelier: lino diva$ art tour italia 2017; lino divas

Siamo stati all’opening della mostra di Lino Divas, artista argentino classe 1981 in tour in Italia per presentare il suo lavoro, negli spazi dell’Associazione Culturale Atelier di via Panisperna a Roma, per una progetto curato da Luca Arnaudo. Troviamo molto interessante la proposta di questo artista, ironico e coinvolgente, per quella che si è rivelata un’esperienza divertente…

Continue reading →

giacomo guidi: contemporary cluster

Giacomo Guidi, 34 anni da poco compiuti, ex campione di scherma. Dopo diverse esperienze apre Contemporary Cluster, all’aventino, “zona con un karma pazzesco”, dice. Da qualche tempo il suo interesse verso l’arte visiva si è modificato in qualcosa di molto più ampio e questo nuovo spazio sembra proprio rappresentare una svolta verso questa idea di contaminazione dei generi che ha sempre sognato di…

Continue reading →

galleria varsi: vertigine; sbagliato

Alla galleria Varsi c’è qualcosa di Sbagliato e ci sarà fino al 13 novembre… E’ qualcosa che ha a che fare con prospettive distorte e vuoti improvvisi, scale impossibili e percezioni alterate da spazi modellati per stupire e coinvolgere. Sbagliato è il nome del collettivo romano formato da tre architetti e designers che, fondamentalmente attraverso…

Continue reading →

galleria faber: lucus; valerio giacone

E il mio maestro mi insegnò com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire. (“Prospettiva Nevskij”, Franco Battiato, 1980) Su Valerio Giacone siamo di parte, lo ammettiamo. E’ un artista che seguiamo da sempre, affascinati dalla sua opera, dalla sua creatività ed anche dal suo carattere mite ed introverso. Mentre camminiamo su via dei Banchi Vecchi, a Roma, diretti…

Continue reading →

dorothy circus gallery: sugar high; ron english

Che gli americani non siano particolarmente famosi per “mangiare bene” è risaputo, che non lo facciano in modo salutare è ancor più evidente dai dati che riguardano obesità e disagi alimentari nel nuovo mondo. Ron English, gloria della street art statunitense, affronta proprio queste problematiche in “Sugar High”, la sua nuova personale alla Dorothy Circus Gallery. Alla…

Continue reading →

lorcan o’neill: river avon mud; richard long

E’ un’arte che respira quella di Richard Long, artista guidato da ispirazioni geografiche (il fiume Avon, nella fattispecie, che scorre vicino a Bristol, sua città natale) e legato all’utilizzo di materiali naturali come, in questo caso, serpentino, argilla, caolino e fango. Presente nei libri di storia dell’arte come uno dei massimi esponenti della cosiddetta Land Art, torna in…

Continue reading →