galleria varsi: colera; borondo, canemorto, run, servadio

Alla galleria Varsi è di scena il monotipo, una particolare tecnica di stampa che non produce multipli ma opere uniche. Si dipinge direttamente sulla matrice, concependo l’immagine al rovescio, poi la si trasferisce sulla carta attraverso  un torchio calcografico, ottenendo così una copia non riproducibile, visto che la matrice sarà inutilizzabile una seconda volta, se…

Continue reading →

artequandove XI

Torna il lunario dell’Artequando, in vista di un periodo molto intenso tra inaugurazioni e mostre, tra gallerie e fondazioni, nella nostra bella Roma in questo fine gennaio e inizio febbraio. Iniziamo subito coi fuochi artificiali. Venerdì 27 gennaio (dopodomani) sontuoso doppio appuntamento con Giuseppe Penone, per uno (anzi due, anzi addirittura tre come vedremo) degli appuntamenti più attesi…

Continue reading →

galleria varsi: vertigine; sbagliato

Alla galleria Varsi c’è qualcosa di Sbagliato e ci sarà fino al 13 novembre… E’ qualcosa che ha a che fare con prospettive distorte e vuoti improvvisi, scale impossibili e percezioni alterate da spazi modellati per stupire e coinvolgere. Sbagliato è il nome del collettivo romano formato da tre architetti e designers che, fondamentalmente attraverso…

Continue reading →

galleria varsi: nox omnibus lucet; gomez

Quando il barocco, la street art e il pensiero contemporaneo si incontrano, probabilmente si salutano come vecchi amici, discutono di universalità e divinità e poi si prendono una birra. Gomez, ovvero Luis Gomez de Teran, classe 1980, venezuelano di Caracas ma ormai in aria di romanità, rappresenta proprio uno degli incroci trafficati della capitale nel…

Continue reading →

galleria varsi: the backwaters – stories from endless suburbia; fintan magee

Ogni artista scrive la propria autobiografia. Havelock Ellis (1859-1939) Il trentaduenne Fintan Magee porta sulle pareti della galleria Varsi i ricordi della sua infanzia nella periferia di Brisbane, una delle città più popolose dell’Australia che, negli anni 90, accoglieva nei suoi sobborghi un considerevole numero di persone provenienti da tutto il mondo, una vera società…

Continue reading →

galleria varsi: androidèi; pixelpancho

Ciao, hai sentito mai parlare di Artequando? “Artequando? Sì, certo. Io sembro assente, ma vedo tutto.” Siamo noi. “Piacere di conoscervi.” Quando abbiamo intervistato Martha Cooper, le abbiamo chiesto di dirci cosa pensava della street art italiana e lei ci ha fatto due nomi. Blu e Pixelpancho. “Martha è praticamente una persona di famiglia, le voglio…

Continue reading →

artequandove VIII

Febbraio 2016, quello bisestile ma che passa più in fretta nonostante il giorno in più… organizziamo quindi subito le idee per capire cosa vale la pena vedere a Roma. Abbiamo scelto tre eventi imperdibili e quando diciamo imperdibili, intendiamo proprio imperdibili. Un film d’animazione in tre atti che pone quesiti sui vari aspetti dell’identità umana…

Continue reading →

galleria varsi: livelli; group show – serigrafia 56 fili

Ce ne avevano parlato Arturo, Vico e Flo, ovvero i tre volti di Serigrafia 56 fili, in questa intervista qui linkata. Da Varsi, galleria della quale sembra davvero impossibile non parlare e scrivere a ciclo continuo, per alcuni giorni sarà visitabile questa collettiva dedicata, ovviamente, alla serigrafia in collaborazione proprio con il sempre più attivo e dinamico laboratorio di Bracciano….

Continue reading →