selci: cenere; gonzalo borondo

Pubblica è una residenza d’arte urbana a Selci, un progetto curato da Carlo Vignapiano con la collaborazione di Elena Nicolini. Siamo stati ieri all’anteprima del nuovo lavoro di Gonzalo Borondo, risultato di due anni di ricerca e lavoro sul territorio. Veniamo accolti nei pressi di un Santuario a Torri in Sabina e poi indirizzati verso…

Continue reading →

macro: anish kapoor

Lasciate ogni speranza, voi ch’intrate. Non per scomodare il Sommo Poeta, ma di certo questa antologica al MACRO di via Nizza dedicata ad Anish Kapoor lascia la sensazione forte di essere stata allestita per provocare nel visitatore un’inquietudine per nulla sottile. C’è sempre stato spazio nella storia dell’arte per l’indagine sull’essere umano visto dal punto di vista…

Continue reading →

la frase di fabre XXXIII

Se non conoscete Jan Fabre, andate su Google e digitate “Jan Fabre”. Non possiamo mica spiegarvi tutto. La frase di oggi: ANVERSA, 7 MARZO 1980 Vivere è copiare. Mi piacerebbe far realizzare una copia di riserva di me stesso. Perché? Per potermi rimproverare di essere un bugiardo. E la copia potrebbe convincere l’altro che lui non…

Continue reading →

la frase di fabre XXXI

Se non conoscete Jan Fabre, andate su Google e digitate “Jan Fabre”. Non possiamo mica spiegarvi tutto. La frase di oggi: ANVERSA, 14 FEBBRAIO 1980 Non voglio legarmi a uno stile, a un mezzo, a un gruppo… Voglio muovermi imperterrito attraverso tutte le categorizzazioni e tutte le epoche. a cura di: Co.Ma

Continue reading →

la frase di fabre XXIX

Se non conoscete Jan Fabre, andate su Google e digitate “Jan Fabre”. Non possiamo mica spiegarvi tutto. La frase di oggi: ANVERSA, 10 GENNAIO 1980 Marcel Duchamp con la sua invenzione del ready-made ha piazzato una trappola esplosiva sotto l’arte. I veri artisti vedono la trappola esplosiva e la scavalcano con prudenza. I falsi artisti la…

Continue reading →

valerio giacone: terapia del cambiamento

Roma, quartiere trastevere, via della Luce, interno giorno. Fuori piove. Qui, nel suo studio diviso con l’artista Daniela Papadia, incontriamo Valerio Giacone, per un’intervista inseguita e desiderata da diverso tempo. Lo avevamo lasciato tra i grandi dipinti della sua ultima mostra romana, “Lucus”, nella galleria Faber di Cristian Porretta, che dagli inizi lo segue ed…

Continue reading →