l’arte contemporanea è finita, andate in pace. parola di francesco bonami

Nuova uscita editoriale per Francesco Bonami. Dopo “Lo potevo fare anch’io”, libro di grande successo che in qualche modo ha aperto la strada a tutti gli altri, il critico e curatore fiorentino prosegue nel percorso di divulgazione attraverso le armi vincenti della semplicità e dell’ironia. Più o meno con cadenza annuale siamo ormai abituati all’uscita…

Continue reading →

guido reni district: decades; beetroot, solo, diamond, lucamaleonte, gomez

Prendi cinque artisti romani ed invitali a rappresentare nelle loro opere dieci anni di storia del Novecento. Questa è Decades. Così Riccardo Beetroot ci porta negli anni Cinquanta, attraverso personaggi della musica, dello spettacolo ma anche della politica, mentre Solo ci proietta nei Sessanta attraverso il linguaggio che gli è più consono, quello dei fumetti. Gli…

Continue reading →

speciale venezia 2017: le mostre fuori biennale; le 7 meraviglie

Musei, fondazioni, gallerie private, spazi espositivi, tutto a Venezia luccica e splende durante la Biennale. Avevamo fatto una selezione che riteniamo ancora valida (avendo tempo e modo di visitare tutto) in questo articolo. Poi però ci siamo stati, a Venezia. Ecco quindi le nostre scelte ultraselezionatissime, con alcune piacevoli scoperte e novità. Damien Hirst: Treasures…

Continue reading →

speciale venezia 2017: eventi collaterali; biennale 2017 – i fantastici 2

Mai come in questa edizione della Biennale gli eventi collaterali sono stati interessanti ed anche molto ben accolti dalla critica tutta. Tra le tante proposte ne abbiamo scelte solo due, fra l’altro anche particolarmente raccolte, due piccole mostre assolutamente imperdibili. Chi ci conosce e legge può facilmente immaginare che la nostra primissima scelta sia legata…

Continue reading →

speciale venezia 2017: partecipazioni nazionali; biennale 2017 – best 15

Partiamo dal fatto che il Leone d’Oro come miglior partecipazione nazionale assegnato al lavoro di Anne Imhof per il Padiglione Germania è assolutamente meritato. L’allestimento dell’artista tedesca è straordinario, certamente dal punto di vista architettonico ed installativo ma soprattutto per l’intensità emotiva di una performance (alla quale dedichiamo la nostra immagine di copertina) inquieta e…

Continue reading →