speciale venezia 2015: le mostre (1); palazzo grassi – punta della dogana

Tredicesimo capitolo del nostro Speciale Venezia 2015.
E’ così che riprendiamo, dopo qualche giorno di pausa estiva, esattamente da dove ci eravamo interrotti.
Esauriti i percorsi della Biennale, ci dedichiamo ad alcune mostre presenti in questi giorni in laguna.
Per questo primo di tre appuntamenti previsti, vi portiamo all’interno degli splendidi spazi in cui vige la legge del multimiliardario, collezionista e mecenate francese Francois Pinault, per uno Speciale Palazzo Grassi – Punta della Dogana tutto da vedere.
Nella prima sede, quella di Palazzo Grassi, ampio spazio ad una maxi-mostra dedicata ai molteplici percorsi di Martial Raysse, noto soprattutto per la partecipazione al movimento del Nouveau Realism, ma in realtà artista con una storia caratterizzata da moltissime facce, tecniche e poetiche, tutte amorevolmente rappresentate in un allestimento infinito e coinvolgente di oltre 300 opere.
Nella seconda sede, il meraviglioso spazio di Punta della Dogana, magicamente ricreato dalla genialità essenziale e spirituale del grande Tadao Ando, appuntamento imperdibile con la ormai classica selezione dedicata alla collezione Pinault, con cura affidata stavolta a Danh Vo, artista presente anche nella mostra targata Okwui Enwezor alla Biennale.
Slip Of The Tongue, questo il titolo scelto per un percorso espositivo che definire ultra-contemporaneo (qualunque cosa voglia dire) è dir poco.
Connessioni e sconnessioni continue, opere che richiedono riflessioni e conoscenze molto approfondite, per i neofiti (e i “semplici” appassionati), è consigliato il ricorso alla snella guida gratuita in bianco e nero che vi verrà consegnata insieme al biglietto di ingresso, con piccole descrizioni e spiegazioni a volte davvero necessarie.
Mostra, anche questa, a nostro avviso imperdibile: segnaliamo la possibilità del biglietto cumulativo per le due mostre con riduzione.
Su www.palazzograssi.it tutte le info sull’universo Francois Pinault.
Buona visione.

a cura di: Co.Ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *