rgb outdoor light festival

Lo spettacolo del cielo stellato, sempre uguale da secoli eppure sempre emozionante, conquista astronomi, scienziati, viaggiatori o semplici curiosi senza nozioni che guardano all’insù e magari si chiedono, dubbiosi, se quel corpo che brilla a oriente sia Venere o un satellite artificiale.

L’Onu ha eletto il 2015 anno internazionale della luce e delle tecnologie basate sulla luce.

L’arte non poteva non unirsi alla celebrazione e proprio in questo ambito Luci Ombre presenta, per la prima volta a Roma, RGB Outdoor Light Festival, un progetto di illuminazione artistica urbana nato dal desiderio di sperimentare una nuova sensibilità per la ricerca e la cultura della luce attraverso installazioni concepite per lo spazio urbano.
Il 27 e il 28 marzo 2015 dalle ore 19.00 il festival RGB accoglierà nei quartieri storici di Roma le installazioni realizzate per l’occasione da un parterre internazionale di artisti e designer, visibili gratuitamente lungo le strade del Municipio attraverso un percorso di circa 4 Km.

Dall’isola pedonale del Pigneto, passando per Via della Marranella fino al Parco Sangalli, il festival condurrà il suo pubblico in una passeggiata luminosa alla scoperta di vie e vicoli poco conosciuti e frequentati dai grandi flussi; si creeranno nuove visioni e nuovi ambienti caratterizzati dall’accavallarsi di architetture urbane scandite dallo scorrere del tempo e dalle tracce luminose impresse dalle opere d’arte sul territorio.
La mappa dei fenomeni luminosi che emergerà durante il festival RGB sarà un patrimonio comune a quanti raccoglieranno la sfida facendosi “cacciatori di fenomeni quotidiani della luce”, un’istigazione a percepire e immaginare la città con uno sguardo diverso.

Opening: 27 marzo ore 19.00.
Il punto di partenza del percorso è tra Circonvallazione Casilina e via del Pigneto (ponticello pedonale).
Le opere saranno visibili dalle 19.00 alle ore 2.00 lungo tutto il percorso

Per consultare la mappa digitale:
http://www.mapfab.com/map/LRk/RGB-Outdoor-Light-Festival
Per scoprire chi vedremo all’opera:

http://www.rgblightfest.com/artisti

Che dire di più?
La luce è un patrimonio di tutti: questo impalpabile, subdolo elemento che plasma di sé ogni forma… è stato messo questa volta “in forma”.

Co.Ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *