monitor: early works; duane zaloudek

Quando vi segnaliamo qualcosa, normalmente poi… ci andiamo pure.
Eccoci da Monitor, una delle gallerie più influenti a Roma e in Italia, con tanto di sede distaccata inaugurata di recente in quel di New York.
Nell’attivissimo spazio romano, espone in questi giorni un artista davvero particolare, Duane Zaoludek, ve ne abbiamo parlato qui.
Oggi vi proponiamo alcune foto di parte dell’allestimento nell’ambito della nostra rubrica L’Arte Che Immagini.
Ringraziamo calorosamente la gallerista Paola Capata, che ci ha concesso di potervi mostrare alcune delle opere esposte attraverso le nostro classiche foto low-fi.
Vi assicuriamo che quello che apparirà qui sotto sul vostro telefonino o sullo schermo del vostro pc o tablet, non è neanche lontanamente paragonabile a quanto potrete vedere coi vostri occhi, perché le sfumature di colore di questi dipinti (tutti datati tra il 1965 e il 1968) sono a volte davvero appena percepibili: la magia, l’eleganza e l’intensità dei lavori di Zaloudek vanno riscontrati nell’ambientazione della Monitor e ben valgono una visita personale in galleria.
Moltissimi i riferimenti che esplodono in queste tele, dall’esperienza “color field” alle sperimentazioni di Rothko ma anche di Malevich (soprattutto nei lavori bianco su bianco), senza tuttavia dare mai l’impressione di mancanza di personalità, appare invece ben chiaro uno stile personale e riconoscibile.
Complimenti a Paola Capata per aver puntato forte sulla riscoperta (o forse dovremmo dire proprio sulla “scoperta”, ma le virgolette sono d’obbligo) di questo artista classe 1931.

Monitor
Palazzo Sforza Cesarini
via Sforza Cesarini, 43a – Roma
DUANE ZALOUDEK
EARLY WORKS
31 marzo – 9 maggio 2015

Le foto:

duane zaloudek monitor 03

duane zaloudek monitor 01

duane zaloudek monitor 02

duane zaloudek monitor 07

Co.Ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *