in attesa dell’auto, la bio. marina abramovic tutta da leggere.

La sua autobiografia è prossima.
Quando sarà pubblicata (entro la fine di quest’anno) non ce ne sarà per nessuno, anche perché lei, Marina Abramovic, “la nonna della performance art” (così lei stessa si definisce), non ha mai dato l’impressione di volersi nascondere, semmai, al contrario, di volersi continuamente svelare.
Questo libro che vi proponiamo oggi è una biografia (non auto, quindi), autorizzata ovviamente, scritta pochissimi anni fa da James Westcott, giornalista, critico d’arte nonché assistente personale della stessa Abramovic per un lungo periodo.
Ora, conoscere la storia di una grande artista è sempre una cosa piacevole ed interessante, in questo caso diventa anche appassionante, perché chi ne scrive lo fa non solo con dovizia di particolari, ma anche con quella partecipazione emotiva che da sempre caratterizza un buon racconto.
Forse è proprio qui la particolarità di questo libro, nell’essere così coinvolto umanamente, oltre che artisticamente, nelle vicende di una donna che ha legato indissolubilmente la sua vita all’arte, tanto da essere oggi un punto di riferimento preciso nella nostra contemporaneità.
Scopriamo in queste pagine una persona fragile nella sua estrema forza, ci permettiamo di entrare nell’intimità di un’infanzia caratterizzata da piccoli e grandi traumi, emicranie e sanguinamenti ed esploriamo un percorso di sopportazione del dolore che, guarda caso, ritroviamo nitidamente in pressoché tutta la sua arte, incentrata sul rapporto con il proprio corpo e sui suoi limiti.
Uno sguardo che, attraverso il racconto di una vita, ci aiuta a comprendere meglio i contenuti di una poetica.
Un libro da leggere, anzi da divorare, in attesa dell’uscita della (crediamo) definitiva autobiografia.
Per quanto di “definitivo”, quando si parla di Marina Abramovic, probabilmente non ci sarà mai nulla.
E “quando Marina Abramovic morirà”, sicuramente non saremo realmente certi che sarà morta davvero, destinata all’immortalità quantomeno dalla sua meravigliosa arte.
Buona lettura.

James Westcott
Quando Marina Abramovic  morirà
Johan & Levi editore

Co.Ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *