galleria varsi: vertigine; sbagliato

Alla galleria Varsi c’è qualcosa di Sbagliato e ci sarà fino al 13 novembre…
E’ qualcosa che ha a che fare con prospettive distorte e vuoti improvvisi, scale impossibili e percezioni alterate da spazi modellati per stupire e coinvolgere.
Sbagliato è il nome del collettivo romano formato da tre architetti e designers che, fondamentalmente attraverso l’uso di posters e di un forte istinto installativo, lavorano in modo maledettamente creativo proprio su questi concetti.
Sbagliato non sbaglia, semmai invita a sbagliare, lasciandosi andare alla percezione dell’errore laddove errore non c’è.
Sbagliato è una vera e propria interferenza nel tessuto urbano, un innesto effimero nella struttura dei nostri spazi.

sbagliato-vertigine-varsi-1

Infatti è proprio una distorsione della percezione quella messa in atto da Varsi, in collaborazione con gli immancabili, geniali utopisti denominati Trasformazioni Urbane, sul lavoro dei quali sarà bene prima o poi soffermarci seriamente.
Il titolo, Vertigine, evoca proprio la sensazione trasmessa al visitatore.
All’interno di questa struttura a spirale che altera ed inverte altezza e profondità, troviamo light boxes, carte ma anche una bellissima serigrafia.
Andate a perdervi e a farvi travolgere e stravolgere da questa deformazione della realtà, accettate la sfida lanciata da Sbagliato.
Sbagliate.
E’ l’unica strada per imparare, in effetti.

sbagliato-vertigine-varsi-2

Galleria Varsi
via di San Salvatore in Campo, 51 – Roma
Vertigine
Sbagliato
a cura di: Chiara Pietropaoli
fino al  13 novembre 2016

Co.Ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *