ex caserma via guido reni: outdoor festival 2016; beyond

Inaugura domani la settima edizione di Outdoor Festival, per il secondo anno negli spazi della ex caserma via Guido Reni, proprio di fronte al Maxxi.
Siamo stati ieri sera alla preopening, in atmosfera notturna e particolarmente suggestiva.
La sensazione è quella di trovarci di fronte ad una manifestazione che tenta una crescita dal punto di vista concettuale e curatoriale, andando ad infrangere barriere estetiche e di gusto in nome di una coerenza più filosofica che stilistica.
Diciamo subito che, su tutti, spicca un lavoro: quello dei Quiet Ensemble, nome che cela il duo formato da Fabio Di Salvo e Bernardo Vercelli.
A loro e alla loro opera “Waves” dedichiamo copertina e breve contenuto video, la prima in alto e il secondo qui sotto:

quiet-ensemble-waves

Davvero straordinari questi due artisti, in grado come sempre di stupire ed ammaliare con una creatività poetica e surreale che unisce l’arte visiva alla musica elettronica e la performance all’installazione.
Qui ad Outdoor, nel padiglione dello IED, creano un mare fatto di plastica e aria, riproducendo il rumore delle onde attraverso il suono dei ventilatori, al ritmo delle immancabili luci ad intermittenza.
“Eravamo in un momento di stallo a livello creativo”, dice Fabio, “poi il lavoro recente per il Romap e questo per Outdoor hanno in qualche modo rappresentato una svolta. Abbiamo avuto non poche difficoltà in fase di progetto e di installazione, ma il risultato ci dà molta soddisfazione.”
Questa specifica esperienza vale da sola il prezzo del biglietto, qualunque esso sarà, parola di Artequando.

Menzione speciale per altre due opere installative e difficilmente riproducibili in foto: quella di Virgilio Villoresi, un carillon ipnotico e surreale e la collaborazione tra il collettivo Tundra e la crew di writers Kuril Chto, una stanza dall’atmosfera estraniante e psichedelica.
Di questo (e di tutto il resto) trovate traccia sul nostro profilo Instagram.

Alex Fakso: particolare dell'allestimento per Outdoor 2016
Alex Fakso: particolare dell’allestimento per Outdoor 2016
Tellas: punti di vista
Tellas: punti di vista
Vlady: Senza Titolo (exit to continue)
Vlady: Senza Titolo (exit to continue)

Particolarmente interessante l’allestimento dedicato al fotografo Alex Fakso, sezione di Outdoor questa, bisogna dire, molto ben curata, così come salta all’occhio l’ambiente invaso dalla fantasia distorta e lisergica di Tellas, nel padiglione presentato dalla sempre attiva Wunderkammern.
Degno di attenzione anche il lavoro di Vlady, artista dedito all’arte urbana ma sempre con un istinto performativo e “situazionista”: qui ci troviamo di fronte ad un labirinto fatto di barriere di sicurezza, frasi dipinte sul muro e… sorpresa dietro l’angolo.
In programma, come da tradizione, una lunga serie di eventi tra musica, teatro e cinema, oltre a conferenze e servizi.

Felipe Pantone: Cyberspazio Tubolare (particolare)
Felipe Pantone: Cyberspazio Tubolare (particolare)
Honet Rock: Around the Bunker
Honet Rock: Around the Bunker
MOBSTR: Hashtag everything
MOBSTR: Hashtag everything
Sebas Velasco & Xabier Anunzibai Sguardi mai scambiati
Sebas Velasco & Xabier Anunzibai Sguardi mai scambiati

Il titolo della sezione arti visive, “Beyond”, rimanda al concetto di limite, di confine, richiedendo al visitatore, come all’artista, la capacità di superare le proprie convinzioni e la propria “normalità”, per fare letteralmente un passo al di là, dall’altra parte.
Vi rimandiamo sul sito di Outdoor, di seguito linkato, per tutte le info su orari ed eventi collaterali.
La visita è consigliata perché la mostra, di livello, unisce artisti italiani a nomi internazionali e di nuovo si snocciola all’interno di uno spazio altamente evocativo che vale la pena conoscere.
Prendetevi poi almeno 10 minuti per l’opera dei Quiet Ensemble…
“Sì, ce ne vogliono almeno 10, sono tanti ma è il tempo che serve per farsi un’idea completa di quello che abbiamo fatto.”
Hai ragione, Fabio.
Cosa sono 10 minuti di fronte alla magia di un lavoro così bello?

Ex Caserma Via Guido Reni
Via Guido Reni, 7, 00196 Roma
OUTDOOR FESTIVAL 2016
BEYOND
1 – 31 ottobre 2016

Artisti in mostra: AFK, Xabier Anunzibai, Craig Costello, Alex Fakso, Honet, Joys, Kuril Chto, Filthy Luker, Mobstr, Quiet Ensemble (con IED), Tellas, Tundra, Sebas Velasco, Virgilio Villoresi, Vlady

Co.Ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *