csoa forte prenestino: crack! fumetti dirompenti 2015

Andato in scena fino a domenica scorsa e giunto all’undicesima edizione, questo meraviglioso festival internazionale di arte disegnata e stampata, all’interno dei suggestivi spazi del Forte Prenestino di Roma, si dimostra sempre splendidamente caotico ed interessante.
Il titolo, “Capitale”, con tutte le sue possibili connessioni e sconessioni di senso, dal contenuto politico a quello geografico ad esempio, rende l’idea della riflessione proposta quest’anno e, forse, si è notata una maggior cura per la coerenza concettuale dell’allestimento rispetto alle passate edizioni.
La confusione fa parte del gioco, come anche quel senso di claustrofobia tipico degli ambienti del Forte: una manifestazione difficile da spiegare a parole a chi non ne ha mai fatto esperienza, neanche usando (ed abusando) di quegli aggettivi, in inglese che fa più fico, che vengono normalmente accostati a Crack! per  descriverne i contenuti (“underground”, “indipendent”, “alternative”).
Per noi del pianeta Artequando è semplicemente un appuntamento imperdibile.

Questa la nostra testimonianza, per la prima volta in formato video.
Low-fi obviously.

Menzione speciale di artequando per i ragazzi terribili di a.DNA Project e per quelli, altrettanto ragazzi ma soprattutto altrettanto terribili, di 56fili.

Buona visione.

Co.Ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *