artequandove VIII

Febbraio 2016, quello bisestile ma che passa più in fretta nonostante il giorno in più… organizziamo quindi subito le idee per capire cosa vale la pena vedere a Roma.
Abbiamo scelto tre eventi imperdibili e quando diciamo imperdibili, intendiamo proprio imperdibili.

Un film d’animazione in tre atti che pone quesiti sui vari aspetti dell’identità umana e societaria, con ironia e senso dell’umorismo. Questa l’opera che Nina Fischer & Maroan el Sani presentano alla Galleria Marie-Laure Fleisch.
Utilizzando la tecnica dello stop-motion con buffe sculture naif di creta e fil di ferro, gli artisti sviluppano un linguaggio giocoso e immediato che scopre le strutture della società e le relazioni interpersonali per stimolare nuovi dibattiti.
“Identity’s Rule of Three”15 febbraio/9 aprile

Immancabile la tappa all’inarrestabile Varsi.
Sbarca nella vulcanica galleria capitolina l’inconfondibile androide di Pixelpancho; i Robot e gli dèi si incontrano per fondersi in un’unica entità soprannaturale. L’uomo è protagonista senza mai comparire in carne ed ossa, proietta sui robot il suo desiderio di perfezione e immortalità. I robot sono, infatti, i nuovi dèi.
In linea con il tema della mostra, la galleria stessa si trasformerà in una domus romana: le opere si sostituiranno agli affreschi, la natura prenderà possesso dello spazio in un luogo colmo di suggestioni.
“Androidèi”- 19 febbraio/3 aprile

Con un volo pindarico arriviamo dall’altro lato della città per ritrovarci catapultati nel caos e nella casualità che MP5 proporrà alla Wunderkammern.
Il progetto di MP5 consisterà in una mostra, un intervento nello spazio pubblico, una performance audio/video e una pubblicazione. Per la sua personale da Wunderkammern MP5 presenterà infatti non solo lavori appositamente concepiti per l’occasione, opere su legno, su carta ed installazioni, ma anche un intervento urbano nella zona di Torpignattara. Durante il vernissage della mostra si terrà inoltre una performance audio/video e sarà presentato il suo nuovo libro “Changes”.
“Of Changes” – 20 febbraio/24 marzo

Buon febbraio d’arte a tutti.

Co.Ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *