galleria varsi: livelli; 3rd edition

La serigrafia non è solo  una tecnica, è un’arte. Se volete verificare questa affermazione, andate da Varsi in questi giorni, fino al 27 maggio, a vedere la terza edizione di Livelli, appuntamento ormai tradizionale per l’attivissima galleria romana dedita ai linguaggi dell’arte urbana. Come sempre la collettiva proposta da Massimo Scrocca, che si avvale per…

Continue reading →

turner prize 2018: i finalisti

Gilbert & George, Richard Long, Anish Kapoor, Antony Gormley, Damien Hirst, Chris Ofili, Steve McQueen, Martin Creed, Jake and Dinos Chapman sono solo alcuni tra i vincitori del prestigiosissimo Turner Prize, forse il premio più ambito e famoso nel campo dell’arte contemporanea, per quanto “limitato” all’ambito britannico, essendo organizzato e finanziato dalla Tate Gallery. Ecco…

Continue reading →

edoardo tresoldi con “etherea” esagera davvero; che spettacolo al coachella festival in california

“Etherea” è l’installazione site-specific ideata da Edoardo Tresoldi per il Coachella Valley Music and Arts Festival, uno degli eventi musicali più importanti e attesi al mondo e tappa obbligata per migliaia di persone nei due week-end consecutivi del 13-15 e 20-22 aprile a Indio, California. L’artista milanese, noto per le sue grandi sculture in rete metallica esposte in tutto il mondo,…

Continue reading →

rvb arts: jungle; bato

Fino al 12 maggio è visitabile la mostra Jungle, personale di Bato alla RvB Arts di via delle Zoccolette (alla quale si riferiscono le nostre immagini) e via Giulia, a Roma. In uno spazio molto interessante, quasi “domestico”, che mette insieme due anime, la galleria d’arte contemporanea e l’esposizione permanente dell’Antiquariato Valligiano, si snoda il linguaggio…

Continue reading →

lorcan o’neill; celia hempton: breach

Fino al 28 aprile è visitabile, alla Lorcan O’Neill, la mostra Celia Hempton: Breach, seconda personale dell’eclettica artista inglese classe 1981 nella galleria romana. Il titolo, letteralmente “Breccia”, rende l’idea di un’apertura fisica e mentale, di una lacerazione che può essere dolorosa ma anche necessaria oppure rappresentare semplicemente una naturale predisposizione alla scoperta o all’osservazione….

Continue reading →