torpignattara: nicola verlato

Non è uno “street artist” in senso “street”. C’è però da dire che quando M.U.Ro, il Museo Urbano di Roma, l’associazione di David Vecchiato in arte Diavù attivissima sui muri di tutta la capitale, chiama… è quasi impossibile non rispondere. Nicola Verlato, affermato artista che in linea con l’attuale fuga dei cervelli dall’Italia si è…

Continue reading →

street art roma

Tutti ne parlano. Ne abbiamo parlato anche noi. Ora è realtà. Grazie ad una sinergia (si chiama così) tra Artribune e Toyota, è disponibile su App Store e su Google Play, l’app che mappa la street art a Roma attraverso questa contemporanea meraviglia chiamata geolocalizzazione. Ecco l’articolo di Artribune che ne parla: http://www.artribune.com/street-art-map-roma-app-mappa-schede-graffiti-murales/ Noi l’abbiamo…

Continue reading →

pigneto: etnik e dulk

Le geometrie sospese meta-architettoniche dell’artista toscano-svedese Etnik, scrutate dagli occhi fiabeschi della fauna fantastica dello spagnolo Dulk. Continua e procede a gonfie vele il progetto Street Heart, del quale abbiamo già fatto cenno in precedenza. Due i muri inaugurati nel giro di pochissimo tempo grazie al lavoro di Massimo Scrocca e Marta Gargiulo che, in parallelo con…

Continue reading →

jacopo mandich; nella fucina di vulcano

Roma. Centro sociale Strike. Esterno giorno. Esterno, sì. Una tettoia ad ospitare un trionfo di ferro e legno. E’ qui che Jacopo Mandich, artista classe 1979 che da noi sul pianeta Artequando gode di enorme considerazione (e non solo sul pianeta Artequando in effetti), dà vita alle sua creazioni. Lo siamo andati a trovare nel “suo” ambiente, tra…

Continue reading →

la frase di fabre VIII

Se non conoscete Jan Fabre, andate su Google e digitate “Jan Fabre”. Non possiamo mica spiegarvi tutto. La frase di oggi: BRUGES, 14 MAGGIO 1978 Voglio sottoporre a torture il mio corpo. Far soffrire il mio corpo. Far morire il mio corpo. Far resuscitare il mio corpo. In modo da poter staccare, mediante questo processo…

Continue reading →

galleria varsi: broken thoughts; dulk

Poche parole, foto low-fi, invito caloroso alla visita personale. Questo è “L’arte che immagini“. Ieri siamo stati da Varsi, per scoprire una galleria letteralmente tramutata in foresta per la prima mostra personale di Dulk, l’incredibile Dulk, come lo ha già ribattezzato qualcuno, artista spagnolo che finora aveva esposto solo in collettive, portato in Italia da…

Continue reading →

miart 2015

Siete stati al miart? La fiera dell’arte di Milano da non confondere con quella dove per due soldi un topolino mio padre comprò? Noi no. Come sempre, quindi, siamo andati a spasso nel web alla ricerca di video a testimonianza dell’evento. Ecco qualcosa. Artribune (la presentazione, immancabile) Ansa Ansa secondo estratto  Milano Finanza Il Sole…

Continue reading →

videozoom: kurdistan iraq

Ci risiamo. Per la serie Cronache di mostre non viste, va ora in onda un rimpianto veramente difficile da sopportare perché stavolta… giocavamo in casa. Qui a Roma, dove stazioniamo noi provenienti dal pianeta Artequando, ci sono parecchie istituzioni e sedi espositive in effetti e ciò di cui parliamo oggi è il Museo di Roma in…

Continue reading →

daniel buren: una cosa tira l’altra

La nostra rubrica Cronache di mostre non viste, ci porta anche questa volta a rimpiangere una nuova occasione imperdibile perduta. A parte il fatto che ogni scusa sarebbe buona per andare a San Gimignano, un posto talmente bello da sembrare impossibile… ma stavolta proprio non era pensabile non rispondere presente ad un appuntamento con uno dei più importanti artisti…

Continue reading →